E’ quanto emerge da un’analisi condotta da Assohotel. Meglio invece il “sentiment” espresso dai turisti italiani e russi

Montecatini Terme, 31 ottobre 2019 – Diminuiscono le recensioni fatte sul web da parte dei clienti degli alberghi di Montecatini. E’ quello che rileva l’analisi compiuta dalla società Travel Appeal su incarico di Assohotel (associazione del gruppo Confesercenti presieduta da Fabio Cenni) nel periodo giugno-ottobre 2019. Studio che conferma un trend negativo sul fronte del turismo purtroppo in atto già da qualche mese nel nostro territorio.

In particolare, tra il 1° giugno e il 20 ottobre (e rispetto allo stesso periodo del 2018), il numero maggiore di recensioni relative alle strutture alberghiere cittadine è stato quello rilevato con Booking.com, ovvero 5.172, che però scende di oltre mille unità (-17 per cento) se confrontato con quello del 2018 (6.195). Al secondo posto troviamo le recensioni fatte su Google, che scendono dalle 4.090 del 2018 alle 3.382 del 2019 (anche in questo caso la perdita percentuale è attorno ai 17 punti). Calano anche i giudizi scritti su Tripadvisor (da 1.943 a 1.540, -21 per cento), mentre un vero e proprio tracollo è quello registrato sui vari social network, con sole 840 recensioni a fronte delle 1.909 dello scorso anno (-56 per cento per numeri quindi più che dimezzati).

Meglio è andata sul fronte dei “sentiment” (ovvero il contenuto dei giudizi dati dagli utenti), che è aumentato per tutte le categorie (dai tre ai cinque stelle, tutti compresi in un buon range che va dall’83 all’88 per cento), così come per quanto espresso da due particolari e fondamentali segmenti del turismo montecatinese: quello italiano (passato dall’86,3 per cento all’87,80 per cento) e quello russo (cresciuto dall’88,50 per cento all’89,30 per cento).