Il decreto fiscale è legge. Il Governo ha incassato la fiducia al Senato con 166 voti favorevoli, 122 voti contrari. Il provvedimento, approvato senza modifiche dopo la prima lettura della Camera, diventa così legge.

Il testo definitivo è composto da  norme già presenti nella versione uscita dal Consiglio dei ministri, come le misure contro gli evasori fiscali, a cui si vanno ad  aggiungere novità introdotte da Montecitorio, come l’assicurazione per i mezzi di circolazione, e si devono sottrarre quelle cancellate come  il prestito ponte ad Alitalia.

Ecco la versione definitiva del decreto legge fiscale.

LOTTERIA SCONTRINI: si posticipa la lotteria scontrini al primo luglio 2020, con un meccanismo di segnalazione qualora l’esercente si rifiuti di trasmettere il codice utente per partecipare alla lotteria.

FISCO: si differisce al 30 settembre il termine per la  presentazione del modello 730, con un termine mobile per effettuare il conguaglio d’imposta. Cambiano anche i versamenti della prima e
seconda rata degli acconti Irpef, Ires e Irap per i soggetti Isa e per i soci di società con redditi prodotti in forma associata o in regime  di trasparenza fiscale, prevedendo due rate di pari importo da versare nei termini ordinari.

FONDO PMI: viene rifinanziato il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese di 670 milioni di euro per l’anno 2019.

CONTANTE: si prevede la progressiva riduzione della soglia per l’uso del contante che, dagli attuali 3.000, è destinata a raggiungere 1.000 euro dal primo gennaio 2022.

GIOCHI: aumenta, dal 10 febbraio 2020, il prelievo  erariale unico (Preu) sugli apparecchi da intrattenimento, fissato  rispettivamente al 23 per cento per le new slot e al 9 per cento per
le videolottery. Vengono anche prorogati al 30 giugno 2020 e al 30 settembre 2020 i termini per indire le gare relative, rispettivamente, alle concessioni di raccolta delle scommesse e del Bingo. E vengono escluse dall’imponibile le vincite della lotteria degli scontrini e  sono previsti premi aggiuntivi per i pagamenti elettronici.

MALTEMPO: è prevista l’erogazione di 40 milioni di euro, che andranno nel Fondo per le emergenze nazionali, al fine di fronteggiare le  emergenze connesse con gli eccezionali eventi meteorologici occorsi  nei mesi di ottobre e novembre in diverse regioni del territorio nazionale.

RAVVEDIMENTO OPEROSO: la possibilità di correggere gli errori con il fisco viene estesa a tutti i tributi, inclusi quelli regionali e locali.

TARI: proroga la modalità di misurazione della Tari sulla base di un  criterio medio-ordinario; fissa al 30 aprile il termine di deliberazione delle tariffe Tari per l’anno 2020; prevede l’accesso a condizioni tariffarie agevolate agli utenti domestici che si trovino in condizioni economico-sociali disagiate; consente, dal primo gennaio 2021, l’accesso in modo automatico al bonus sociale.

RC AUTO: si estende l’obbligo per l’impresa di assicurazione di  assegnare al contratto relativo a un ulteriore veicolo, anche di  diversa tipologia, la medesima classe di merito risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato, anche in  tutti i casi di rinnovo di contratti già stipulati in precedenza.

CARCERE EVASORI: vengono inasprite le pene per i reati tributari e  abbassa alcune soglie di punibilità; introduce inoltre, in caso di  condanna, la confisca dei beni di cui il condannato abbia  disponibilità per un valore sproporzionato al proprio reddito.

ROTTAMAZIONE-TER: viene posticipato dal 31 luglio al 30 novembre 2019 il termine per il versamento di somme dovute a titolo di definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della
riscossione.

ASSORBENTI: Iva ridotta al 5 per cento per i prodotti per la  protezione dell’igiene femminile compostabili o lavabili dal primo gennaio 2020.

MUTUI: si consente la rinegoziazione del mutuo del mutuatario inadempiente già esecutato, prevedendo a favore del  debitore-consumatore la possibilità di ottenere una rinegoziazione o
un finanziamento, con surroga nella garanzia ipotecaria esistente, da una banca terza, con assistenza del Fondo di garanzia prima casa.

SEGGIOLINI ANTIABBANDONO: le agevolazioni per l’acquisto di  dispositivi antiabbandono di bambini nei veicoli chiusi sono concesse  anche nella forma di contributo.

DEBITI PA: si estende al 2019 e al 2020 la possibilità di compensare le cartelle esattoriali coi crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione; si riducono gli interessi per il versamento, la riscossione e i rimborsi di tutti i tributi.

SANITÀ: aumentano dal 5% al 10% i limiti di spesa per il personale di enti ed aziende del Servizio sanitario nazionale, nel triennio  2019-2021. Un ulteriore incremento del 5% può essere previsto per ogni regione sulla base di una specifica valutazione di nuovi fabbisogni.

EDILIZIA SCOLASTICA: le risorse dell’otto per mille per l’edilizia  scolastica saranno ripartite in modo ragionato tra Nord, Centro e Sud e si consente ai contribuenti di destinare la propria quota a una  specifica tipologia di intervento.

CIGS: cambia l’allocazione delle risorse già stanziate per la proroga del trattamento straordinario di integrazione salariale (Cigs)  concesso per riorganizzazione, crisi aziendale o contratto di  solidarietà, destinandone una parte, pari a 45 milioni di euro per il  2019, per la proroga della cassa integrazione straordinaria per  cessazione di attività.

QUOTE ROSA: prorogati i mandati, da tre a sei, in cui trovano applicazione, per gli organi apicali delle società quotate, le  disposizioni in tema di tutela del genere meno rappresentato.

STRAORDINARI POLIZIA E VDF: viene autorizzata la spesa per il 2019 di 180 milioni di euro per il pagamento degli straordinari delle forze di
polizia e dei vigili del fuoco.

RETE FERROVIARIA: si autorizza la spesa di 460 milioni di euro per investimenti infrastrutturali nella rete ferroviaria nazionale.