CORONAVIRUS MISURE DI SOSTEGNO: CONFESERCENTI PISTOIA – CONSIDERA LA RISPOSTA INSUFFICIENTE

Finalmente – anche se in netta zona Cesarini – arriva una risposta all’economia e alle imprese, molte delle quali, ad oggi, sono già in debito di ossigeno. In una situazione difficile come questa, è sicuramente un risultato positivo, anche se nel testo non mancano contraddizioni e interventi da migliorare. Così Confesercenti Pistoia commenta l’approvazione del decreto Coronavirus Ter, mirato a contrastare l’impatto economico dell’emergenza Coronavirus nell’economia. Nel provvedimento ci sono infatti alcune misure da rivedere, dagli affitti delle attività commerciali al turismo, passando per gli interventi specifici su pubblici esercizi, ambulanti, edicole e lavoratori autonomi. Su credito e lavoro registriamo decisi miglioramenti rispetto alla bozza circolata ieri – in particolare l’estensione della cassa integrazione anche alle micro imprese – pure se si può fare qualcosa in più. I rinvii delle scadenze fiscali, invece, sono ancora troppo di corto respiro. Ci conforta, però, l’annuncio di un decreto in arrivo in aprile e di un altro, successivo intervento per il necessario rilancio dell’economia. Anche perché l’ammontare della manovra – sebbene imponente – potrebbe comunque rivelarsi insufficiente in caso di un’emergenza più lunga del previsto.