Ministero del Lavoro, ministero della Salute, MISE, INAIL e parti sociali hanno siglato il nuovo Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro (in allegato sotto). La novità principale della nuova versione, che aggiorna quella in vigore fino al 30 giugno,  riguarda la mascherina nei luoghi di lavoro, che passa da “obbligatoria” a  “fortemente raccomandata”, in particolare per ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori oppure aperti al pubblico o dove non sia possibile garantire il distanziamento interpersonale di un metro.

Il protocollo prevede che le aziende possono decidere vincoli più stringenti per far indossare la mascherina Ffp2 ai propri lavoratori, e  continuare ad utilizzare lo smart working, soprattutto per i soggetti fragili.

Il datore di lavoro deve assicurare in ogni caso la disponibilità di Ffp2 al fine di consentirne l’utilizzo ai lavoratori nei contesti a maggior rischio e, in collaborazione con il medico competente, individuare particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire le mascherine Ffp2 (mansioni particolari, soggetti fragili, ecc.)

Le misure di prevenzione contenute nel protocollo aggiornato riguardano l’utilità di fornire informazioni, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, a tutti i lavoratori e a chiunque entri nel luogo di lavoro del rischio di contagio da Covid-19, le modalità di ingresso nei luoghi di lavoro, la gestione degli appalti, la pulizia e la sanificazione dei locali e il ricambio dell’aria, le precauzioni igieniche personali, i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, la gestione degli spazi comuni, la gestione dell’entrata e uscita dei dipendenti, la gestione di una persona sintomatica in azienda, la sorveglianza sanitaria, il lavoro agile, la protezione rafforzata dei lavoratori fragili.

Le parti hanno programmato un aggiornamento del protocollo entro il 31 ottobre 2022.

 

MASCHERINE: DOVE RESTA L’OBBLIGO

il Decreto legge 16 giugno 2022 n. 68  aveva esteso al 30 settembre 2022 l’obbligo della mascherina su tutti i mezzi di trasporto pubblici (FFP2), negli ospedali e nelle RSA.  L’obbligo non interessa invece più le scuole, e i luoghi di evento, dove l’uso della mascherina resta raccomandato. 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CIRCOLARE DI CONFESERCENTI

 

LEGGI ANCHE Mascherine 15 giugno, ecco dove resta l’obbligo