Che il mercato di Pistoia necessiti di riqualificazione e migliore integrazione all’interno della città è un’esigenza che per primi abbiamo messo in evidenza. Tale obiettivo lo ritroviamo non solo a parole nei nostri comunicati ed interventi che si sono susseguiti da inizio pandemia, quindi in tempi tutt’altro che sospetti. Esso è stato tradotto nei fatti in un lavoro preliminare che ANVA ha già intrapreso con l’Amministrazione Comunale e che sarà oggetto di adeguata concertazione in tempi che abbiamo chiesto essere rapidi.

Per Riccardo Baldi, Barbara Fantozzi e Simona Nerstini operatori del mercato di Pistoia oltre che aderenti di ANVA Confesercenti, firmatari del presente comunicato – questo perché gli operatori del mercato hanno bisogno di certezze che, evidentemente, non si possono ricercare su quello che ancora oggi risulta essere un assetto “emergenziale” per i motivi che abbiamo ormai più volte espresso. Il lavoro è già stato avviato e ne siamo stati oltre che promotori, anche parte attiva con tutta una serie di proposte concrete volte a dare nuovo slancio ad una realtà commerciale storica della nostra città – .

Lavorare sulla concertazione del mercato non vuole assolutamente dire subordinare lo stesso alle altre attività commerciali presenti, ma significa integrarsi ancor meglio con le stesse e con la realtà cittadina

Sorprende il vedere chi, dopo oltre due anni e mezzo di torpore, tutto ad un tratto si sveglia e dice ciò che è giusto o ciò che è sbagliato per il mercato di Piazza Duomo. I tempi lasciano piuttosto a desiderare (senza contare che la sveglia è arrivata proprio nel periodo elettorale).

Oltretutto nei recenti comunicati riportati sulla stampa, si evidenziano palesi contraddizioni rappresentate dal fatto che mentre  da una parte si dice che occorre intervenire e riqualificare, dall’altra si dice che le cose vanno bene così. Occorre serietà e responsabilità anche quando si esprimono le pur legittime opinioni.

Quando si parla di riqualificazione del mercato e si vuole davvero raggiungere tale obbiettivo, le regole ed i criteri che fino ad oggi siamo abituati a considerare, debbono essere superati. Occorre lavorare e collaborare tutti insieme, senza divisioni, in modo serio e responsabile  sia nei confronti della categoria che rappresentiamo sia verso la città che ci ospita.

 

Firmato: Riccardo Baldi, Barbara Fantozzi, Simona Nerstini: operatori del mercato di Pistoia aderenti ANVA Confesercenti ed Anva Confesercenti Pistoia