Il giudizio emerso, è sostanzialemente positivo poiché i provvedimenti approvati a fine anno colgono molte delle richieste avanzate da Confesercenti: in particolare la parte fiscale con la rimodulazione delle aliquote IRPEF, l’esenzione IRAP per le imprese minori, l’esenzione dal pagamento del CANONE UNICO per Turismo e commercio su aree pubbliche e la reintroduzione dei vari bonus, la possibilità semplificata di compensare crediti è rispondente a molte richieste da noi presentate. In tema di lavoro pur essendo stati inseriti provvedimenti decisamente positivi, la riforma degli ammortizzatori ci lascia perplessi, ma bene le norme su apprendistato e formazione continua. Il fondo per il sostegno delle attività economiche del turismo potrebbe essere finalizzato a rispondere alla nostra richiesta di prolungamento degli ammortizzatori COVID19 per il 2022.

Infine molto positiva la norma che modifica, sulla base di nostre indicazioni, le procedure in materia di micro credito e nell’ambito delle garanzie a sostegno della liquidità delle imprese.

Confesercenti Pistoia ribadisce che, con la variabile Omicron oramai predominante, la necessità di nuovi accorgimenti e nuove tutele, occorre prenderne atto”. “Ora è assolutamente necessario tarare i provvedimenti restrittivi affinché, pur salvaguardando prioritariamente la salute, siano comunque compatibili con il regolare svolgimento delle attività economiche o, dove questo non fosse possibile, adottare tempestive misure di sostegno per imprese e lavoratori. Bisogna intervenire urgentemente per ristabilire fiducia e certezze”.