I punti principali della nuova ordinanza:

  • SÌ alla consegna a domicilio e all’asporto di cibo e bevande con la raccomandazione di prenotazioni telefoniche o on line. Questa norma vale anche per gli agriturismi.
  • SÌ allo svolgimento dell’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali da compagnia, nel rispetto delle disposizioni di prevenzione e tutela collettiva previsti dall’ordinanza regionale 48/2020, previa prenotazione del servizio e garantendo idonee misure di sicurezza anche per quanto attiene la consegna e il ritiro dell’animale. 
  • SÌ agli impianti di distribuzione di carburante funzionanti con la presenza del gestore di determinare liberamente l’orario del servizio e derogare a quanto previsto dall’articolo 96, comma 2, della legge regionale Toscana 62/2018 in ordine all’obbligo della presenza del gestore nelle fasce orarie di garanzia
  • SÌ al rientro in Toscana da fuori regione SOLO per chi ha residenza/domicilio/abitazione E il proprio medico di medicina generale o pediatra di famiglia
  • NO al rientro in Toscana per chi ha la seconda casa e vive fuori regione
  • SÌ a recarsi INDIVIDUALMENTE alla seconda casa sul territorio regionale per lavori di manutenzione con obbligo di ritorno in giornata al proprio domicilio/residenza
  • SÌ a recarsi INDIVIDUALMENTE all’interno del territorio regionale presso camper, roulotte, imbarcazioni di proprietà e altri manufatti per lavori di manutenzione con obbligo di ritorno in giornata al proprio domicilio/residenza
  • SÌ a recarsi INDIVIDUALMENTE all’interno del territorio regionale per attività di agricoltura amatoriale e selvicoltura libera su terreni di proprietà con obbligo di ritorno in giornata al proprio domicilio/residenza e limitatamente alle attività necessarie e indifferibili.
  • SÌ agli spostamenti INDIVIDUALI per acquistare prodotti rientranti nelle categorie di generi di cui è ammessa la vendita, espressamente previste dal Dpcm 26 aprile 2020, nell’ambito dei confini provinciali;
  • SÌ a spostamenti col proprio mezzo privato per raggiungere luoghi all’interno del territorio regionale dove fare attività/sportiva in forma strettamente INDIVIDUALE (es. corsa, ciclismo, pesca) con il rispetto di distanza interpersonale di 2 metri e obbligo di ritorno in giornata al proprio domicilio/residenza. Durante le attività sportive, mantenendo i 2 metri di distanza, non è obbligatorio l’uso della mascherina.
  • SÌ all’attività motoria (passeggiate) insieme a familiari/conviventi all’interno del proprio comune partendo e tornando alla propria abitazione/domicilio/residenza.
  • SÌ all’allenamento di cani e cavalli
  • SÌ all’utilizzo di imbarcazioni per la pesca sportiva amatoriale (2 persone al massimo) e rientro all’ormeggio

A tutto questo si aggiunge il fatto che la Toscana si adegua alla norma nazionale che riduce a 1 metro la distanza interpersonale, ma RACCOMANDA FORTEMENTE di mantenere per quanto possibile 1 metro e 80.

Clicca qui e scarica l’ordinanza n. 50

Clicca qui e scarica il nuovo modello di autocertificazione in vigore dal 4 maggio