Trasmettiamo a seguire i contenuti dell’ordinanza n. 42 che dispone come illustrato la chiusura degli esercizi commerciali, compresi i tabaccai, nei giorni 4 e 5 Aprile.

Un’ordinanza che, senza discuterne l’opportunità o meno, ne condanniamo il metodo in quanto si diffonde una delibera con alcun preavviso a poche ore dalla Pasqua. Ciò è sinonimo di mancanza di rispetto per aziende e relativi clienti. Tempi e metodi sbagliati.

L’ordinanza prevede:

ESERCIZI COMMERCIALI CHIUSI DOMENICA 4 E LUNEDI’ 5

Il Presidente Giani ha firmato l’Ordinanza con la quale viene disposta la chiusura di tutti gli esercizi commerciali (esercizi di vicinato, media e grande distribuzione) compresi i tabaccai, per domenica 4 aprile (Pasqua) e lunedì 5 (Pasquetta); rimane consentita, nel rispetto della vigente legislazione emergenziale, la facoltà della sola consegna a domicilio, esclusivamente mediante la prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale, dei generi alimentari e di beni di prima necessità.

Potranno restare aperti solo le rivendite di giornali, farmacie e parafarmacie su tutto il territorio regionale.

Nulla cambia per i pubblici esercizi  che, chiusi al pubblico, possono comunque vendere per asporto o fare consegne a domicilio.

Il testo dell’ordinanza è scaricabile qui https://bit.ly/3rOxr9v