La legge di bilancio reintroduce l’indennizzo per chi cessa definitivamente l’attività commerciale.

Quali sono i requisiti:

1 – essere titolari o coadiutori di attività commerciali al minuto in sede fissa, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, esercenti attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, ovvero che esercitano attività commerciale su aree pubbliche, svolgere l’attività di agente e/o rappresentante di commercio (ovviamente per i coadiutori è necessaria la cessazione del titolare);

2 – aver compiuto l’età di 62 anni se uomini, 57 se donne;

3 – essere iscritti, al momento della cessazione, da almeno cinque anni alla gestione commercianti;

4 – restituire autorizzazioni o licenze se previste, cancellazione da albi o ruoli se previsti;

5 – è incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività lavorativa;

6 – la somma corrisposta dall’Inps è pari all’importo minimo mensile della pensione commercianti, 513,01 euro per tredici mensilità;

7 – viene corrisposto fino al compimento dell’età pensionabile;

8 – decorre dal mese successivo alla presentazione della domanda.

Chiedi maggiori informazioni al nostro ufficio Patronato Epasa-Itaco nelle nostre sedi di Pistoia, Via Galvani 17 e Montecatini Terme, Via Foscolo 43