Da quanto si apprende, rimarranno aperte le attività delle filiere ritenute essenziali, dalla farmaceutica e sanità alla logistica, trasporti – inclusi i gestori carburanti -, energia e agroalimentare. Continuano ad operare, inoltre, edicole, tabaccai e servizi d’informazione. Ridotte, invece, le attività della Pubblica amministrazione. Sarà consentito comunque lo smart working.

Fonte Confesercenti nazionale (clicca per visualizzare l’articolo)