Confesercenti Pistoia

Carburanti, fattura elettronica rinviata al 2019 ma il PAGAMENTO RIMANE TRACCIATO DAL 01.07.2018

Accolta dal governo la richiesta di Confesercenti. L’obbligo di fattura elettronica è rinviato al 1° gennaio 2019 anche per la vendita di benzina e gasolio: fino alla fine dell’anno, quindi, potranno essere ancora utilizzate le schede Carburanti per la certificazione della spesa.

Lo ha deciso il governo, accogliendo la richiesta della Confesercenti. I benzinai si allineano alla data di entrata in vigore della e-fattura, fissata per tutte le categorie all’inizio del prossimo anno e che solo per loro era stata anticipata al 1° luglio 2018.

L’anticipo della e-fattura per i carburanti avrebbe creato non pochi disagi anche a tutte le categorie acquirenti, prima fra tutte quella degli agenti di commercio, la cui federazione (Fiarc) si è battuta insieme a quella dei benzinai (Faib) per ottenere lo slittamento.

Dunque, per quest’anno niente e-fattura. Dal 1° luglio, però, chi acquista carburanti e vuole detrarre l’Iva e dedurre la spesa (un caso per tutti: gli agenti di commercio), ha l’obbligo di utilizzare mezzi di pagamento tracciabili (assegno, bonifico, bancomat, carta di credito): gli acquisti fatti in contanti non sono più deducibili.

Share

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendotia alla newsletter di Confesercenti Pistoia potrai essere sempre informato su tutte le novità.
Leggi la nostra Privacy policy

Privacy policy