E’ in Gazzetta Ufficiale la norma che stabilisce il diritto per gli operatori su Area Pubblica ad ottenere dai comuni la cancellazione della TOSAP/ COSAP dal 1 Marzo al 15 Ottobre. Si tratta di un provvedimento che stabilisce l’obbligatorietà della cancellazione ed il diritto ad un eventuale rimborso oppure credito nei confronti degli operatori che avessero già pagato. Sarà lo Stato a farsi carico, con il fondo previsto nella legge, di quanto i Comuni non incasseranno dagli operatori.

Siamo già al lavoro per sollecitare in provincia di Pistoia i Sindaci ad applicare quanto sopra in tempi celeri.

ANVA al lavoro anche per tutelare la categoria dei Fieristi che sono particolarmente penalizzati da questa situazione. Per il tramite del nostro Nazionale ANVA e del suo Presidente Maurizio Innocenti, abbiamo sollecitato ancora una volta la richiesta al Governo di interventi di sostegni finanziari mirati e con una politica di indirizzo che responsabilizzi i Comuni e permetta ad un importante settore economico di riprendere appieno la propria capacità produttiva.

La cancellazione delle fiere non è un problema che attiene alla responsabilità delle Regioni o del Governo Centrale ma esclusivamente dei Comuni che probabilmente ritengono di non essere in grado di tutelare la salute pubblica senza riflettere sul fatto che gli operatori fieristi e dei mercati sono in grado, anche da soli come fanno sui mercati, di rispettare le norme previste per la lotta al Covid 19.